Intestazione e fregio dei besaglieri
foto di sezione (Piazza di Vazzola)
Bersaglieri all'assalto di Porta Pia
Bersagliere in corsa con trombetta
Benvenuto - Welcome
 • La Sezione
 • L'Impegno
 • Il Comune
 • Il Territorio
 • Come raggiungerci
 • Raduni annuali
 • I nostri appuntamenti
 • Le Manifetazioni
 • Mezzi storici
 • La Mostra fotografica
 • Le ultimissime
 • La nascita del corpo
 • Le insegne
 • Simboli e luoghi
 • Le Campagne
 • La Sezione di Vazzola
 • La I Guerra Mondiale
 • La II Guerra Mondiale
 • La storia di chi ci scrive
www.comune.vazzola.tv.it
  www.bersaglieri.net

Come contattarci

Per metterti in contatto con "I Bersaglieri di Vazzola" utilizza uno dei seguenti modi:

E mail:

Oggetto:

Messaggio:


******






www.bersaglieridivazzola.it
______________________________________________________________
:: Copyright © 2008 Bersaglieri di Vazzola. All rights reserved ::
:: Best viewed in IE5+ 1024x768 32bit colors ::


W Il Bersagliere!

La comunicazione scritta...

La lettera (dal latino pl. litterae, sinonimo di epistula) è una comunicazione scritta che una persona, ente, società ecc. indirizza e invia ad un'altra.
I primi esempi di "lettere" risalgono alla fine del III millennio a.C. circa, in Babilonia e in Assiria. "Scritte" su tavolette d'argilla (in seguito, di terracotta) si fanno seccare al sole o al fuoco. Per evitare che vengano lette da estranei, vengono avvolte in uno strato di argilla fresca sul quale s'imprime il sigillo del mittente e il nome del destinatario.

Più tardi, i Fenici, i Greci e in seguito i Romani, continuano ad adoperare le tavolette di legno, e iniziano a legare insieme due o più, e a ricoprirle di uno strato di cera su cui la lettera viene scritta con lo stilo, il tutto poi sigillato con una cordicella e col sigillo del mittente.

Ancor prima, sono gli egiziani che iniziano a scrivere con giunco, cannuccia e inchiostro su papiri arrotolati, legati e sigillati destinati per lunghi viaggi. In Egitto e in Mesopotamia, si usa anche la pergamena ricavata da pelle di animali, soprattutto da quella di pecora, ma è una pratica meno diffusa rispetto al papiro.

Tuttavia, a causa del forte calo della produzione di papiro, si comincia a diffondere l'uso della pergamena vera e propria per scrivere lettere. Durante il Medioevo, è la pergamena a essere quasi esclusivamente usata per la corrispondenza scritta. Le lettere si arrotolano, si annodano e si sigillano. Anche gli scribi copiano e compilano formulari epistolari sempre su pergamena. Le lettere si continuavano a scrivere su fogli grandi di pergamena ripiegati più volte e inviati chiusi. Poi la carta sostituisce quasi completamente la pergamena.

La busta
Per evitare che la lettera si macchiasse durante un lungo tragitto, si avvolge in un foglio di carta bianca. Da quest'uso sarebbe nata la prima busta attorno al 1668. È solo nel 1820 che il commerciante di carta inglese Brewer di Brighton produce, sebbene sempre a mano, la prima busta da vendere sul mercato.

******